Potrà un giorno la Russia vivere senza essere oppressa da uno zar?

28 Apr

   In questa poesia da me tradotta del poeta russo emigrato Vladimir Smolenskij, morto a Parigi nel 1961, si sente il suo legame spirituale con la “grande prigione” delle città sovietiche, e la consapevolezza della propria “angusta libertà”. Dal suo buio al buio della patria il poeta lancia il suo grido di rovina e di speranza:

*  *  *

A volte dalla Russia,

Dal mio lontano paese,

Le voci giungono sorde,

Come dal cielo discese.

Ascolto. – Un fioco appello,

O forse un canto o un lamento…

Ma il brusio si fonde col batticuore

E le parole no, io non le sento.

Ma il senso è nelle parole? –

Io capisco tutto dal suono –

Il loro odio e tormento,

Il loro angosciato tono.

Le sento da molti anni,

(Ora più sorde di prima).

Al buio dal buio io lancio

Un grido di speranza e rovina.

E la mia voce si confonde

Con le voci delle cttà,

Sulla loro immensa prigione,

Sulla mia angusta libertà.

(19??)

2 Risposte a “Potrà un giorno la Russia vivere senza essere oppressa da uno zar?”

  1. antonio sagredo aprile 29, 2022 a 2:36 am #

    Caro Paolo,

    è una domanda che mi sono fatto spesso.
    Prima di Putin pensavo che il popolo russo non potesse fare a meno di essere dominato da un “potente”, poichè la necessità di essere dominato faceva già parte del suo DNA, e che perciò non aveva alcuna possibilità di affrancarsi.
    Ma con Putin è il KGB che si è affrancato dall’essere a sua volta al servizio di qualcuno più potente: sia lo Zar e sia Stalin.
    Adesso con Putin il KGB è giunto al potere assoluto e può finalmente fare quel che vuole: è lo stato odierno, e con questo rusultato bellico: non deve rendere conto a nessuno se nopn a se stesso!
    Il poeta che qui presenti non lo conoscevo affatto, ma si sente subito un dolore intenso e profondo come in pochi altri poeti russi per la propria terra, e che in nome di questa terra hanno subito di tutto, fino a morirne davvero, e in vari modi.
    Adesso posso dire, che dopo Poutin, il popolo russo ha la possibilità di un affrancamento reale dal “poetere” e dal “potente”.
    Sento che questo succederà in un prossimo futuro: sarà durissimo, ma credo che si avvererà.
    Mi dicono che sono ottimista. Ma dal punto di vista storico credo che la Russia sia giunta al termine di una epoca toribida secolare, e che vi sarà infine la luce.
    Dopo il KGB non vi sono altre “forze intene” che potrebbero minacciare. Posso sbagliarmi ovviamente.
    Penso a quei poeti e scrittori notissimi che hanno omaggiato Putin: quelli stessi che hannpo combattuto il potere e che poi lo hanno omaggiato, ingannati totalmente da quello, cioè dal KGB (e servizi interni al tempo degli zar) che è sempre stato il loro nemico! E sono caduti malamernte nella trappola.
    E’ il punto di non ritorno, tant’è che Putin tre mesi fa era cosciente della fine… che disse :
    o vinciamo noi o la Russia non sarà più!
    Ma non la Russia del popolo russo, ma la loro Russia quella cioè assogettata da secoli.
    Intendono la Russia come quella da sempre dominata la vera RussiA.
    MA NON è COSì!
    BLOK LO AVEVA COMPRESO PRIMA DEGLI ALTRI POETI., POI PASTERNAK ANCHE E SPECIE MANDEL’STAM, E PERFINO MAJAKOVSKIJ NEGLI ULTIMNI TRE ANNI DELLA SUA VITA, DANDO RAGIONE A BLOK; AVEVA RAGIONE, AVEVA RAGIONE bLOK, DICEVA SEMPRE AL POETA FUTURISTA POLACCO ALEKSANDR WAT (MEMORIE)
    —————————————————
    E IL COMMENTO CHE HO SCRITTO SU RYZIJ ?

  2. Paolo Statuti aprile 29, 2022 a 4:40 am #

    Caro Alberto,
    influenzato dalla secolare storia russa, anch’io ero propenso a pensare che questo popolo a noi così caro fosse eternamente destinato all’oppressione. In effetti da uno del KGB non ci si poteva aspettare un governo più morbido e più democratico. Putin probabilmente designerà un successore, ma io mi auguro, come Te, che il prossimo presidente russo sia finalmente scelto dal popolo e non si circondi di corrotti costruttori di palazzi e di favolosi yacht.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: