La bella Fornarina

11 Nov

 

La Fornarina di Raffaello

 

   Oggi torno alla pittura, trascurata ma sempre cara e mai dimenticata, con questo celebre quadro di Raffaello che l’anno prossimo compirà esattamente 500 anni. Fu infatti dipinto dal divino pittore nel 1518, due anni prima della sua morte, avvenuta come noto nel 1520. Identificata come Margherita Luti, la bella giovane romana, figlia di un fornaio, fu amata da Raffaello, che la immortalò in questo ritratto. L’opera è conservata nella Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma. Il poeta ucraino Pavel Tycina (1891-1967) le ha dedicato questa sua poesia dal tono romantico, dove descrive l’incontro della fanciulla con il grande Urbinate. Eccola nella mia versione.

 

La bella Fornarina

Passeggia lungo il Tevere Raffaello

nel mese di luglio o di agosto.

– o azzurro, o sogno del cuore,

il mio amore è corrisposto? –

 

In lui il cuore martella. Ascolta:

in quel canto che tristezza!

– sì o no, tra gli scogli sola,

l’onda culla la barchetta –

 

Nel suo candido splendore

lei è sempre più vicina.

O fanciulla dimmi il tuo nome! –

(e lei timida): Fornarina.

 

Poi tace. Raffaello allora

le tocca le mani con bramosia.

Lei piange e lui nel suo abbraccio:

Madonna mia!

 

1921

 

(C) by Paolo Statuti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: