La preghiera del libro

23 Lug

 

lettura

 

 

Ho trovato e tradotto questa poesia del poeta polacco Jan Klich e la propongo qui come invito alla lettura:

 

La preghiera del libro

A te sconosciuto, su un ripiano posato,

Resto sempre in ozio, triste, dimenticato,

Ma anche se sono muto, quasi piangendo

Ti chiamo e richiamo e i miei titoli ti tendo:

 

Ti prego toglimi da qui, prendimi con te!

Tutto ti dirò, risponderò ai tuoi perché,

Poi riconoscente, ti farò più istruito,

E per merito mio sarai più riverito.

 

Ti donerò la grande forza di un gigante,

Strapperai alla terra tutti i suoi arcani,

Il sole ti riscalderà oggi e domani.

Il suolo da sterile in fertile cambierai

E con le mie ali in alto volerai.

 

I segreti dell’universo ti svelerò,

E dopo il lavoro io ti rallegrerò.

Ovunque sarai sotto la mia protezione.

Ti mostrerò la via per ogni aspirazione.

Dandoti cultura ti renderò più umano,

Ma ti prego soltanto: tendimi la mano!

 

 

(C) by Paolo Statuti

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: