Roman Brandstaetter (1906-1987): Litania per la salvezza dalla stupidità

3 Ago

 

Quentin Massys (1466-1530): Allegoria della stupidità

Quentin Massys (1466-1530): Allegoria della stupidità

 

A questo grande scrittore polacco ho già dedicato un post nel mio blog. In attesa che venga istituita anche la Giornata della Stupidità Umana, visto che hanno creato perfino quella dell’Orgasmo e di tante altre assurdità, desidero pubblicare la mia traduzione di questa sua Litania. In che anno l’abbia scritta non è importante, perché la stupidità è nata con l’uomo e continua ad accompagnarlo nei secoli dei secoli! Chissà, forse un giorno il buon Dio esaudirà questa e tante altre preghiere e deciderà che ormai la misura è colma, che il vaso trabocca e che bisogna azzerare la stupidità umana e dare inizio a un’era di amore e di raziocinio.

 

Litania per la salvezza dalla stupidità

 

Salvaci, o Signore, dalla stupidità!

Siamo sale svaporato e inservibile.

Non sappiamo vivere,

Non sappiamo pensare,

Non sappiamo guardare,

Non sappiamo sentire,

Non sappiamo prevedere niente,

Dalle disgrazie non sappiamo trarre

Un salutare insegnamento,

E ci arrampichiamo

– Branco di gente

Stregata dalla brama di conquista –

Sulla ripida scala delle illusioni,

E i pioli si fendono e si spezzano

Sotto il peso dei nostri passi sventati.

 

Facendo tutto a dispetto del buonsenso

E dell’innata tendenza a perseverare,

Percorriamo una chimerica strada

Verso una chimerica meta,

Nelle nostre sconfitte scorgiamo vittorie,

Nelle vittorie non vediamo i segni della sconfitta,

Nel nonsenso scorgiamo il senso,

E il linguaggio –

Privilegio e vanto del nostro genere superiore –

E’ diventato strumento di vuote ciarle

E di bruttura,

Di velenose menzogne,

Sulle quali ci sforziamo di costruire

La grandezza dell’uomo.

 

O Dio di saggezza infinita,

Creatore di un cosmo così perfetto

E della terra più bella,

Dell’anima immortale,

Del cervello,

Della materia grigia,

Dei cinque sensi

E del libero arbitrio,

Liberaci dai rapaci artigli della stupidità,

Di questa seduttrice dagli occhi neri,

Che ci alletta in tutti gli angoli della storia

Come agli angoli delle strade,

Di questa responsabile

Dei nostri buffoneschi propositi e azioni,

Delle nostre cadute,

Della sterile vita,

E dà la saggezza della purificazione

A noi –

Figli della terra,

Sale svaporato e inservibile.

(C) by Paolo Statuti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: