Ludwig van Beethoven – Terza Sinfonia “Eroica”

9 Gen

Ludwig van Beethoven

   La Terza Sinfonia di Beethoven è un’opera essenzialmente autobiografica. E’ l’immortale autoritratto del grande compositore, con la sua forza e le sue debolezze, con le sue passioni, avvilimenti e capacità di reagire , con il suo temperamento ardente, la sua tenerezza, capacità di amare e bisogno di amore, con la sua convinzione di dover lottare, con la sua fede nella missione da compiere. Nella Terza Sinfonia si trovano concentrati tutti i sentimenti, c’è tutta la gioia e la tristezza del vivere.

1801-1802    Anni della tragedia. Profonda depressione psichica. Disperazione.             Pensa al suicidio. Ottobre 1802: “testamento” di Heiligenstadt. E’ già afflitto dalla sordità, ma scrive: “Ho deciso di resistere”.

1802     Dichiara all’amico Krumholz: “Non sono soddisfatto di quanto ho creato finora; adesso voglio intraprendere una nuova strada”. Il primo passo (da gigante)  su questa strada fu proprio la Terza Sinfonia. In essa appare “un altro” Beethoven.

1802-1804     Composizione dell’Eroica.

Tempi:

1. Le prime due note sono il nome di Beethoven! Poi egli si presenta: “Signori, ecco chi sono, ecco cosa ho da esprimere, ascoltate, piangete e gioite con me! Inizia l’autoritratto dell’Eroe, con la coscienza della propria grandezza e forza creativa.

2. Tragedia. Dolore e tristezza e forse accenti finali di rassegnazione. E’ soprattutto il dolore della sordità. Secondo me è un’idiozia pensare al funerale di un ipotetico eroe, a meno che Beethoven non abbia immaginato il proprio funerale. Comunque il tempo è troppo variato per essere un rito funebre.

3. Reazione vittoriosa al secondo tempo (“ho deciso di resistere!”). Alcuni hanno voluto vedere in esso la descrizione di una battaglia, perché no? – quella di Beethoven stesso, aggiungo io.

4. Prima: consolazione, serenità e gioia (canto popolare ungherese). Beethoven si riconcilia col destino. Poi: Beethoven termina la Sinfonia nello stesso modo in cui l’aveva iniziata, cioè in modo “eroico”; come un pittore dà gli ultimi ritocchi al suo autoritratto.

La Terza Sinfonia è la rappresentazione sonora della vita e del genio di Beethoven fino al 1804. Ancora nel 1817 la considerava la sua opera più cara, e il perché si capisce (o meglio si sente). Ciò significa che Napoleone non c’entra, perché dopo la sua autoproclamazione a imperatore nel 1804, Beethoven cominciò a disprezzarlo.

(C) by Paolo Statuti. Riproduzione riservata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: